Luigi De Filippo: fine di una dinastia

Un altro lutto nel mondo dello spettacolo Luigi De Filippo e’ morto a Roma, all’età di 87 anni. Ne danno notizia fonti vicine alla famiglia. Attore, regista e commediografo, figlio di Peppino De Filippo, ultimo erede della storica dinastia, era nato a Napoli il 10 agosto 1930. Al Teatro Parioli di Roma, di cui era direttore artistico, era stato in scena, fino a metà gennaio con ‘Natale in casa Cupiello’.

Nato a Napoli il 10 agosto 1930, debutta a 21 anni nella compagnia paterna. Negli anni Sessanta appare in qualche film della commedia italiana. Nel 1978 è protagonista dello sceneggiato “Storie della camorra” e nel 1987 interpreta il giudice Venturi nella fiction tv “La piovra 3”. Ma quella per il teatro era la sua passione esclusiva.

Nel 1978 lascia la compagnia paterna per fondarne una propria; oltre a recitare le commedie del padre Peppino e dello zio Eduardo e a scriverne di sue, porta in scena anche autori classici come Gogol, Moliére, Pirandello. Il 28 giugno 2011 succede a Maurizio Costanzo nella direzione artistica del “Parioli” di Roma che cambia così il nome in Teatro Parioli-Peppino De Filippo. Nel 2001 gli venne assegnato il “Premio Personalità Europea” in Campidoglio, per i suoi 50 anni di attività artistica.

Più volte premiato con il “Biglietto d’oro”, per i successi ai botteghini, Luigi De Filippo è stato anche insignito delle onorificenze di “Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana” (nel 1997), “Grande ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica italiana” (nel 2004) e “Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana” (nel 2010). Con la scomparsa di Luigi scompare anche una dinastia, quella dei De filippo, che hanno portato Napoli ed i napoletani sulle scene dei teatri di tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Adesso in scena

Il Teatro risponde